Grappa Moscato Regadin

L'Intramontabile

ITALIA GRAPPA BIANCA MOSCATO REGADIN CON
DOLCE
DEMI-SEC
SECCA

Descrizione

La Grappa Moscato Regadin è ottenuta per distillazione, con alambicchi di rame, di vinacce risultanti dalla vinificazione dell’uva a bacca bianca Moscato, utilizzata per la produzione del medesimo vino. È una grappa intramontabile che richiama con dolcezza le fresche ed intense sensazioni tipiche dell’uva di provenienza.

Grappa Pluripremiata
MEDAGLIE-01.png
ALAMBICCO D'ORO
MEDAGLIE-02.png
BRUSSELS
MEDAGLIE-04.png
DESTILLATA
 
GRADO ALCOLICO
40% vol.
COLORE
Cristallino
RETROGUSTO
Dolcemente persistente
MATERIE PRIME
Da vinacce provenienti dall’uva a bacca bianca Moscato
PROFUMO
Dolce con note tipiche di Moscato
TEMPERATURA DI SERVIZIO 
Si consiglia una temperatura di circa 14-18° C
AFFINAMENTO
In cisterne di acciaio inox
SAPORE
Dolce, morbido, vellutato, con note tipiche di moscato
FORMATI DISPONIBILI
Singole da  0,7 L 

Storia

Le grappe di monovitigno storicamente esistono da sempre, ossia da quando i produttori, specialmente quelli di dimensioni modeste ed artigianali, distillavano l’unica varietà di vinaccia che gli veniva conferita. Queste grappe però, non erano valorizzate come invece è avvenuto alla fine degli anni ‘70-primi anni ’80, nel corso dei quali si è iniziato a selezionare, distillare e a dichiarare le diverse tipologie di vitigni presenti sul territorio. Ancora oggi è una delle grappe di monovitigno più consumate per la sua aromaticità e per il suo caratteristico sapore; grazie alla qualità pluri-premiata sa appagare i palati più selettivi.

 
 
Schermata 2021-05-04 alle 11.15.35.jpg

Metodo di Produzione

L’ingrediente principe sono le vinacce risultanti dalla vinificazione dell’uva a bacca bianca Moscato, le cui aree di coltura sono principalmente Veneto e Piemonte. Una volta fatte fermentare queste vinacce vengono sapientemente distillate con alambicchi di rame per poi essere affinate, prima del loro imbottigliamento.

 

Affinamento

La Grappa Moscato Regadin, una volta distillata e prima di essere imbottigliata, viene fatta affinare per un periodo di circa. 8 mesi in cisterne di acciaio inox con lo scopo di far amalgamare e maturare, a livello molecolare, il prodotto.

Copia%20di%20IMG_1411_edited.jpg

Come Servirla

Si consiglia di servirla in purezza, su un bicchiere a collo stretto o largo, ad una temperatura variabile tra i 14 ed i 18° C., lasciando riposare il prodotto per circa 1 minuto dopo averlo versato e prima di sorseggiarlo.

Abbinamenti

Si abbina bene con cioccolato al latte o fondente (60-70%), marmellate, fichi secchi, crostate e cantucci.

 
 

Potrebbe interessarti anche...

1/4
1/5